Biografia umanaPsicanalisiVertigine del Tempo

Quando faccio così non mi sopporto!

Rob Brezsny - Oroscopo Internazionale

Riprendo un colloquio  con i lettori (ma l’ho mai cominciato?). L’ho richiesto, annunciato. Lo desidererei, ma forse ne sono incapace.
Eppure nel Social Network è tutto diverso. Ci si parla e risponde continuamente. In tempo reale. Lì spero di giocare la mia parte. In modo intermittente. Certi periodi su Twitter, altri su FaceBook. Sento l’esigenza di questa condivisione.

Qui, pochi commenti, ma, per siti di questa tipologia, la cosa è piuttosto comune.
Perchè non lo accetto?
Cerco l’impossibile?

Ma la cosa più curiosa (curiosa, nel migliore dei casi…) è che quando ricevo commenti rispondo con grande ritardo.
La cosa è davvero sospetta e gli amici più cari me lo hanno fatto notare in più di un’occasione.
Quindi, mi stupisco dei pochi commenti, ma, a quei pochi, rispondo con fatica e ritardo…
Quando faccio così, non mi sopporto proprio…

Persino un paio di settimane fa.
Alla pagina Verso un colloquio coi lettori ho ricevuto diversi commenti e in questo momento non ho ancora finito di rispondere a tutti. Sempre con un ritardo impensabile sul Social Network.
Mi sembra di ritornare all’epoca dei francobolli. Quando la corrispondenza, per me, aveva tempi interminabili. Estenuanti, insopportabili.  Come quando scrivevo i temini a scuola. Ne ho parlato ne Il silenzio degli insegnanti.
Ecco, forse, nel sito, ritorno quel personaggio insopportabile che ero.

Il lupo perde il pelo, ma il vizio…. quello mai del tutto. Soprattutto quel lupo-Francesco che come nickname sceglie pur sempre ffwolfango: francesco-federico-wolfango! Prima o poi racconterò la storia che si cela dietro questo nome.

Tornando all’insofferenza che provo per me stesso in questi casi…. mi stendo sulla mia poltrona, sul mio divano, mi ascolto paziente e posso scegliere tra due vie. Una è quella più vera e profonda. L’ho appena evocata, riconosco il vecchio lupo che si infarina e cerca di sembrare un agnello…. quello dei Grimm, Il lupo e i sette caprettini! Un’altra è altrettanto legittima, ma più superficiale. Realistica. Pur legittima.
Sono stanco. Mi ammalo. Doloro e sono sfinito. Come tutti in queste settimane dell’anno. Non ho ancora pensato, quest’anno, di parlare del Solstizio d’estate. L’anno scorso ne ho parlato fin troppo. Qui e nelle pagine seguenti
È tornato il solstizio d’estate e siam tutti “fuori di testa”.

Cerco il colloquio, mi manca, lo desidero. Ma, evidentemente, io per primo non lo trovo, non lo so suscitare. Forse non lo voglio davvero…
Quando faccio così non mi sopporto.
Avrei voluto cominciare questa paginetta con questo enunciato.
Sì… Quando faccio così non mi sopporto!
E quando non mi sopporto, faccio come tanti mortali, come tutti! Immagino che esista un destino bastardo, più forte di me. Cerco di scrutarne gli enigmatici cenni.
Faccio quel che fanno tutti!
Al venerdì corro a guardare l’oroscopo del mio segno. Ma mica uno qualunque…. Eh, beh!

Come tanti sono un affezionato lettore dell’oroscopo di Internazionale. E qui occorre precisare una cosa.
Credo che nessuno possa negare che Internazionale, nel ciarpame della stampa italiana, sia forse la testata più seria.
Ma non tutti sanno però che nella sua pagina telematica la rubrica di gran lunga più consultata sia quella dell’Oroscopo!
A riprova di questo, se cercate su Google, è la voce immediatamente seguente alla testata principale.

Merito di quello scrittore geniale che risponde al nome di Rob Brezsny. Non spendo parole ad argomentare. Provate a leggerlo per un segno qualunque, in una settimana qualunque. Eccolo qua!
Allora mie cari lettori, concludo la pagina copiando e incollando ciò che ho trovato del mio segno questa settimana.
Una settimana in cui, stanco, non riuscivo a far niente. Ho saltato due paginette!
In che rapporti sei con gli scherzi cosmici, Bilancia? Ti senti offeso dai segreti che rivelano, dall’ignoranza che smascherano e dalle verità lievemente imbarazzanti che ti costringono ad ammettere? O, da amante della vita, ti diverti nel constatare come gli scherzi cosmici allarghino la mente, aiutino a liberarsi dell’eccessiva presunzione e ti mostrino possibili soluzioni alle quali non avevi pensato? Spero che tu appartenga alla seconda categoria, perché il destino ha deciso che tra non molto avrai un incontro ravvicinato con la comicità divina. Non scherzo quando dico che più spesso e più forte riderai, più imparerai.
(Rob Brezsny, Internazionale, Oroscopo 8-14 giugno 2012)

Effettivamente mi son ritrovato in questo cosmico e comico scherzo. Quello che ho cercato di descriver fin qui. Reclamo i commenti e poi non rispondo! Quando faccio così non mi sopporto. Le risate continueranno la prossima volta. Chiudo e cerco di portarmi avanti coi commenti arretrati e con altrettanta arretrata corrispondenza… Grazie, Rob, farò del mio meglio! A ridere oggi ho appena cominciato! (continua)

2 pensieri su “Quando faccio così non mi sopporto!

  1. Posso dire solo ti comprendo! Purtroppo anch'io rimando le risposte alle email di amici, o rispondo sempre con qualche giorno di ritardo ai messaggi di amici/conoscenti qua e là nei vari siti e social, pigrizia senza limite  la mia, che a volte mi fa "detestare me stessa per come sono" eppure anch'io sento spesso quel bisogno immenso di comunicazione, credo che sotto questo atteggiamento vi sia qualcosa  su cui lavorare,anche se nel tempo sono migliorata :-).Ma forse più che pigrizia è uno "strano malessere" e per parlarne dovrei fare un tratto :-).
    Rob Brezsny il suo oroscopo è da anni fra i miei preferiti ,davvero grande !
    A presto.
    Carola
     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *